Come fare l’indice della tesi in 3 passi

L’indice della tesi di laurea rappresenta un po’ lo scheletro del tuo lavoro. Nell’indice è necessario indicare tutti i capitoli e i paragrafi che compongono la tua tesi di laurea triennale o magistrale e i rispettivi numeri di pagina.

Questa sezione permette al lettore di avere una panoramica della tesi, orientarsi facilmente tra le varie sezioni e trovare i capitoli di suo interesse.

Come creare un indice con Word

Word ti permette di creare velocemente l’indice della tua tesi di laurea. Si tratta di uno strumento molto utile, poiché si aggiorna in maniera automatica: se aggiungi un nuovo capitolo o ne elimini un altro, basta cliccare sull’indice ed esso si aggiornerà da solo!

Passo 1

Per segnare l’inizio di un capitolo in Word, seleziona il suo titolo e impostalo come Titolo 1 cliccando sul pulsante presente nella scheda Home, in alto a destra. Stessa procedura anche per i sotto-capitoli, selezionali con il mouse e clicca su Titolo 2 o Titolo 3 di Word.

indice-tesi-passo-1

Passo 2

Vai nella pagina in cui vuoi inserire il sommario (solitamente la prima pagina della tesi), clicca su Inserisci e su Interruzione di pagina, in alto a sinistra.

indice-tesi-passo-2

Passo 3

Seleziona la scheda Riferimenti di Word, clicca su Sommario e scegli una delle tabelle automatiche disponibili.

indicie-tesi-passo-3

Struttura dell’indice della tesi

L’indice della tesi si compone del titolo del capitolo (in grassetto), seguito dai rispettivi paragrafi che esso comprende, indicando titolo e pagina per ciascuno di essi.

Titoli chiari

L’indice della tesi di laurea mostra la struttura della tua tesi triennale o magistrale. È importante usare dei titoli chiari sia per i capitoli che per le varie sezioni. Il lettore avrà così una panoramica chiara delle informazioni contenute.

Massimo due pagine

Questa sezione offre una visione d’insieme di come si compone l’elaborato, per questo la lunghezza ideale dell’indice della tesi di laurea è di massimo due pagine.

Il tuo indice supera le due pagine? Prova, ad esempio, a omettere le sottosezioni (i titoli dal livello 3 in poi) per accorciarne la lunghezza.

Cosa non inserire nell’indice

La prefazione, il sommario e l’indice stesso non devono essere menzionati in questa sezione. Le prime due sezioni compaiono nelle pagine precedenti all’indice. Il lettore della tesi triennale o magistrale ha dunque già letto queste pagine prima di arrivare al sommario.

E ovviamente non è necessario menzionare l’indice, poiché per cercarlo dovresti già consultare la tabella stessa, rendendo tale informazione ridondante.
Se nel documento sono presenti molte appendici, che potrebbero allungare inutilmente la tabella dei contenuti, puoi tranquillamente escluderle dalla sezione.

Al contrario, è sempre necessario inserire i riferimenti bibliografici come un capitolo.

Checklist indice tesi

Elenchi aggiuntivi nella tesi

Oltre all’indice generale, puoi indicare anche un indice delle figure e delle tabelle, un indice delle abbreviazioni e un glossario. In questo caso, assicurati di seguire questo ordine:

Questo articolo è stato utile?
Luca Corrieri

Luca è il classico "fanatico di informazioni" di Scribbr. Scrive articoli che ti aiuteranno a trovare le informazioni più facilmente e che risponderanno a tutte le tue domande. Anche lui è uno studente e frequenta un corso di laurea magistrale in Management Strategico.

Non rischiare di stampare la tua tesi con errori!

I nostri editor professionisti possono aiutarti a perfezionarla.
Info e costi »
Punteggio Trustpilot di 9.8

Lascia una risposta