Citare seguendo le regole APA

Ogni volta che si copia letteralmente un testo da una fonte si fa una citazione. Copiare la definizione di un concetto da una determinata fonte è un esempio di citazione. Lo Stile APA ha stabilito una serie di regole per la formattazione delle citazioni. Per esempio, bisogna usare le doppie virgolette quando si scrive una citazione inferiore alle 40 parole.

Citazione inferiore alle 40 parole

Quando si cita una parte di testo inferiore alle 40 parole, si utilizzano le doppie virgolette prima e dopo la citazione.

Esempio: Citazione inferiore alle 40 parole

La definizione di calcio è, secondo Van Persie (2014) “rincorrersi avanti e indietro l’un l’altro e chi segna di più, vince” (p.15).

Un famoso giocatore di calcio diceva sempre “giocare a calcio in compagnia in una domenica pomeriggio di sole è la cosa più bella che ci possa essere” (Sneijder, 2013, pp. 2-3).

Citazione superiore alle 40 parole

Se la citazione contiene 40 o più parole, è necessario formattarla fuori testo in forma rientrata senza le virgolette. Con una citazione di più paragrafi, ogni paragrafo successivo al primo va messo in forma rientrata. Se la citazione finisce con un punto, si indica la fonte dopo il punto. Nell’esempio seguente viene mostrato con maggiore chiarezza.

Esempio: Citazione superiore alle 40 parole

Il secondo anniversario di Scribbr è stato ampiamente discusso dalla stampa:

Scribbr ha compiuto due anni e ha festeggiato con l’introduzione della nuova versione del Generatore APA. Adesso che sempre più studenti fanno uso del Generatore, era necessario implementare una nuova versione, stando ai fondatori.

Il Generatore APA è molto usato poiché lo stile APA Style ha molte eccezioni. Di conseguenza, per molti studenti risulta difficile padroneggiare questo stile di citazione. Inoltre, il Generatore APA fa risparmiare tantissimo tempo a molti studenti. (Schlagers, 2014, p. 3)

Qual è il tuo punteggio?

Scopri in 10 minuti se hai commesso un plagio involontario.

  • 67 miliardi di fonti Internet
  • 900 milioni di elaborati
  • 112 milioni di pubblicazioni
  • Protezione dei dati sicura

Vai al controllo Antiplagio

Altre regole per la citazione

La citazione deve essere una copia testuale del testo presente nella fonte. Questo significa che bisogna riportare anche eventuali errori di ortografia e di grammatica. Tuttavia, è possibile mettere la prima lettera maiuscola o minuscola, a seconda delle esigenze. Inoltre è possibile modificare la punteggiatura alla fine della citazione.

Se le parole che contengono errori risultano fastidiose o se si vuole aggiungere o rimuovere qualcosa dalla citazione, allora bisogna seguire delle regole ben precise.

Errori ortografici in una citazione

Gli errori ortografici presenti in un citazione non andrebbero mai corretti. Ma gli errori più evidenti possono risultare fastidiosi per il lettore. In questo caso, è possibile far sapere al lettore che si è notato l’errore e che non è opera dell’autore dell’elaborato.

Per farlo è necessario inserire la parola “sic” dopo la parola incorretta. Bisogna scrivere la parola “sic” tra parentesi e in corsivo. La parola “sic” è latina e significa  così, in questo modo o—in altre parole, “è così che l’ho trovata.”

Esempio: Errore ortografico in una citazione

La definizione stando a Schrijvers (2014) è la seguente: “l’uso di penni [sic] multiple per scrivere un testo” (p. 458).

Altre fonti (compreso il The Chicago Manual of Style) sostengono che è accettabile correggere errori ortografici minori o errori di battitura, come quello mostrato qui sopra.

Rimuovere o accorciare il testo in una citazione

Quando viene omesso parte del testo di una citazione, si ha l’obbligo di indicare la mancanza scrivendo: “. . .“. Questo segno viene chiamato ellissi. Quando rimuovi alcune parole da una frase, sostituiscile con tre punti.

Tra ciascuno dei punti, inserisci uno spazio. Quando rimuovi l’intera frase dalla citazione, sostituiscila con quattro punti, anche questa volta con uno spazio tra ciascuno di essi. Nota che il primo punto indica la fine della frase precedente. Guarda i seguenti esempi.

Esempio: Rimuovere testo da una citazione

Stando a Koeman (1996), battere un calcio di punizione non è difficile: “Tirare . . . in porta è facile: basta avere un’ottima mira. . . . Se non ci si è allenati a tirare in porta risulta tutto più difficile, ovviamente” (p. 7).

Aggiungere testo a una citazione

A volte si vuole aggiungere qualcosa a una citazione per rendere più Chiara una determinate frase o idea. Bisogna scrivere ogni aggiunta tra parentesi quadre [].

Esempio: Aggiungere testo a una citazione

“Scrivere lettere è sempre meno frequente. Al posto delle lettere, molte persone preferiscono scrivere una e-mail [tramite computer]” (Jositu, 1998, p. 6).

Evidenziare le parole in una citazione

Quando si vuole evidenziare una parola o una frase in una citazione è sufficiente scriverle in corsivo. Subito dopo è necessario scrivere “corsivo aggiunto” tra parentesi quadre.

Esempio: Evidenziare parole in una citazione

“Durante gli studi, si impara a lavorare duro anche se il periodo universitario è ricco di momenti in cui si impara a non [corsivo aggiunto] lavorare duro” (Swaen, 2012, p. 9).

Citare nel testo seguendo lo Stile APA

Come visto negli esempi precedenti, abbiamo inserito un riferimento alla fonte dopo ogni citazione. Questo perché abbiamo seguito le regole ufficiali dello Stile APA riguardanti i riferimenti alle citazioni presenti nel testo.

Questo articolo è stato utile?
Bas Swaen

Bas è il cofondatore di Scribbr. Bas ama insegnare ed è un esperto scrittore di tesi. Cerca di aiutare gli studenti scrivendo articoli chiari e semplici da comprendere riguardo argomenti più complessi.

Sei sicuro di non aver commesso plagio?

Tutelati senza che la tua facoltà lo scopra.
Inizia il controllo
Anonimo e veloce

Lascia una risposta