Elenco alfabetico dei riferimenti bibliografici seguendo le regole APA

Mettere in ordine alfabetico i riferimenti bibliografici. Inizia con il cognome del primo autore della fonte. Il primo autore è l’autore che viene nominato per primo nella fonte; non è necessariamente l’autore la cui iniziale appare prima nell’alfabeto. A volte può essere un problema perché, per esempio, si hanno pubblicazioni multiple degli stessi autori o autori con gli stessi cognomi.

Regola 1

Mettere in ordine alfabetico lettera per lettera e ricorda: “niente viene sempre prima di qualcosa”.

Esempio 1: Mettere in ordine alfabetico lettera per lettera

Swaen, G., viene prima di Swaenen, K.

Pater Ab, T., viene prima di Pater Batel, A. K. S.

Mascherano, B., viene prima di Mascher-Beno, T. S.

Regola 2

Un prefisso come M’, Mc e Mac si cataloga secondo com’è scritto e non come si pronuncia.

Esempio 2: Prefisso come M’, Mc e Mac

MacArthur viene prima di McAllister

MacNeil viene prima di M’Carthy

Regola 3

Per le fonti con un solo autore, si va in ordine a seconda della data di pubblicazione, mettendo prima la data più vecchia e dopo quella più recente.

Esempio 3: Un solo autore con due pubblicazioni

Swaen, B. (1996).

Swaen, B. (2012).

Regola 4

Le fonti con un solo autore vengono prima delle fonti con autori multipli, in caso il primo autore sia uguale in entrambe le fonti.

Esempio 4: Un autore viene prima di autori multipli quando il primo autore è uguale

Swaen, B. (2012).

Swaen, B., & Driessen, K. (1999).*

*Anche se la data di pubblicazione della fonte con autori multipli è precedente, un autore viene sempre prima di autori multipli.

Regola 5

Per le fonti con autori multipli con il primo autore in comune, ma il secondo e il terzo autore diversi, ci si basa sul secondo autore. Nel caso il secondo autore sia lo stesso, ci si basa sul terzo autore. E così via, ci si basa a seconda dell’autore successivo.

Esempio 5: Ordine a seconda del secondo, terzo autore e così via

Swaen, B., & Driessen, K. (2004).

Swaen, B., Laak, R. van, & Schweinsteiger, B. (2003).

Woziaski, B. J., Totti, F., & Mascherano, K. (2009).

Woziaski, B. J., Totti, F., & Vidal, P. (2006).

Regola 6

Per le fonti con gli stessi autori multipli ci si basa a seconda ella data di pubblicazione, come nel caso dell’Esempio 3 dei singoli autori. La fonte più vecchia viene indicata per prima.

Esempio 6: Ordine a seconda del secondo, terzo autore e successivi

Totti, F. J., & Schweinsteiger, B. (1999).

Totti, F. J., & Schweinsteiger, B. (2005).

Regola 7

Per le fonti con lo stesso autore (o autori) e lo stesso anno di pubblicazione, si ordina a seconda del titolo della fonte. Attenzione! Non bisogna considerare i prefissi (come Un, Il, ecc.).

Esempio 7: Ordinare a seconda del titolo

Totti, F. J., & Schweinsteiger, B. (2005). Better home than away.

Totti, F. J., & Schweinsteiger, B. (2005). A view to a kill.

Eccezione alla Regola 7

Se le fonti sono articoli che fanno parte di una serie di articoli, si mettono in ordine a seconda della serie (Parte 1, Parte 2 e così via). È necessario inserire una lettera minuscola a, b, c e così via subito dopo la data.

Esempio Eccezione alla regola 7: Articoli basati su una serie

Totti, F. J., & Schweinsteiger, B. (2005a). De halve finale uitgelegd.

Totti, F. J., & Schweinsteiger, B. (2005b). De finale uitgelegd.

Regola 8

Se i primi autori di opera diverse hanno lo stesso cognome, si mette in ordine a seconda della iniziali del nome. É necessario indicare le iniziali del nome anche nel riferimento alla fonte all’interno del terso.

Esempio 8: Primi autori diversi con cognomi uguali

Totti, F.J. (2010)

Totti, K.J. (2009)

Autori con un prefisso

Molti autori hanno un prefisso nel cognome (cognome composto). Cognomi con il prefisso scritto in lettera maiuscola (ex.”De Rossi”) si trovano, nell’alfabeto, sotto l’iniziale del prefisso stesso. Altri cognomi hanno un prefisso con iniziale minuscola (ex. “de’ Medici”, “van Persie”), il quale viene invece aggiunto al nome dell’ autore. Vedi il seguente esempio:

Esempio 9: Primi autori con prefissi diversi

De Rossi, D. (2010)

Medici, M. de’ (2010)

Persie, R. van (2010)

Le regole riguardo al prefisso variano dall’italiano all’inglese. Nella lingua inglese, infatti, non esistono prefissi. Abbiamo creato alcuni esempi per illustrarvi queste differenze.

In conclusione

  • Quando l’autore non è una persona ma un’organizzazione non influisce nell’ordine di inserimento nei riferimenti bibliografici. Si mettono in ogni caso in ordine alfabetico.
  • Si indicano le abbreviazioni dell’organizzazione prima di metterle in ordine alfabetico.
  • Solo se l’autore è indicato nei riferimenti come “Anonimo” si usa “Anonimo” invece del nome dell’autore.
  • Se l’autore non è disponibile, indicare il titolo della fonte al posto dell’autore.
  • Quando il nome dell’autore/compagnia inizia con un numero è necessario trattare il numero come se fosse scritto in lettere. Se si vuole mettere in ordine alfabetico una fonte dal nome “6 Bandiere”, la si mette sotto la lettera, “S” di “Sei”.
Questo articolo è stato utile?
Bas Swaen

Bas è il cofondatore di Scribbr. Bas ama insegnare ed è un esperto scrittore di tesi. Cerca di aiutare gli studenti scrivendo articoli chiari e semplici da comprendere riguardo argomenti più complessi.

Sei sicuro di non aver commesso plagio?

Tutelati senza che la tua facoltà lo scopra.
Inizia il controllo
Anonimo e veloce

Lascia una risposta