Feedback personali del tuo editor

editor-pic Esempio di feedback dall'editor Alessia

Ciao Francesca,

E' stato un piacere correggere la tua tesi, ho trovato l'argomento da te scelto molto interessante.

Nonostante l'apprezzabile struttura di fondo del testo, ho evidenziato e apportato alcune modifiche su diversi passaggi che ho reputato meritevoli di revisione e correzione. Di seguito troverai gli errori più frequenti e alcuni suggerimenti che spero possano esserti utili per migliorare il tuo stile di scrittura.

Errori ortografici

L'ortografia è sempre una sfida per noi italiani!

Nel tuo testo ho notato alcuni errori ortografici tipici (“propia” invece di “propria”, “affianco” anziché “a fianco”), un po' di confusione con le doppie (specialmente con la lettera z, come “attenzione” o “variazione”) e con l'uso degli apostrofi e/o degli accenti (“un pò” invece di “un po'”, “tonalita” anziché “tonalità”). Ti consiglio, in caso di incertezza, di utilizzare un dizionario: può aiutarti a controllare come si scrive correttamente una parola, se ha un accento ortografico o delle doppie al suo interno.

Scelta delle parole

In alcune parti del testo le parole che hai scelto di utilizzare risultano poco adatte. Ho riscontrato maggiori problemi con i pronomi relativi, le congiunzioni e i connettivi.

Assicurati sempre che l'elemento a cui il pronome si riferisce sia sempre chiaro ed individuabile; in alcune frasi che hai scritto il significato era difficile da dedurre poiché il pronome da te utilizzato risultava scollegato, non era possibile capire cosa intendessi nello specifico. In questi casi, ho aggiunto alcuni suggerimenti di frasi al fine di aiutarti a rielaborare meglio il concetto.

Le congiunzioni e i connettivi, soprattutto in un testo accademico, svolgono un ruolo fondamentale, in quanto collegano frasi semplici e complesse.

E' importante usare questi elementi in modo corretto. Nel testo troverai diverse segnalazioni al riguardo; vorrei soffermarmi in particolare sull'uso del termine “appunto”, molto presente all'interno della tesi. Ti consiglio di alternarlo con altre congiunzioni equivalenti (i.e., dunque, quindi, infatti).

Concordanza dei verbi

Nel testo le proposizioni sono scritte spesso al passato; i tempi da utilizzare, secondo i casi, sono quattro: il passato remoto, l'imperfetto, il trapassato prossimo o il passato prossimo.

Il passato remoto è il tempo verbale che rappresenta al meglio l'azione, quello che si usa per spiegare al lettore ciò che stanno facendo/hanno fatto i personaggi; l'imperfetto è il tempo ideale per descrivere un ambientazione o uno stato d'animo, quindi per raccontare; il trapassato prossimo viene usato per indicare un'azione avvenuta nel passato, per descrivere un evento accaduto prima rispetto a quando si parla; il passato prossimo, infine, non è il classico tempo verbale usato nella narrazione, ma può essere utilizzato per dare voce a un personaggio, magari quando deve rispondere ad una domanda.

La punteggiatura

Prova ad usare più le virgole; ti consiglio di provare a rileggere una frase ad alta voce, presta attenzione a quando fai delle pause naturali: è proprio lì che va messa la virgola!

E' molto importante nella lettura. Lo stesso vale per i punti e virgola o per i due punti: il punto e virgola indica lo stacco intermedio tra due proposizioni di un periodo, i due punti hanno la funzione di spiegare, chiarire o dimostrare quello che è stato affermato nelle frasi precedenti.

Stile accademico

Lo stile di alcune frasi della tua tesi risulta talvolta informale, poco accademico; ciò è legato soprattutto al tipo di parole che scegli di utilizzare. Molte di esse appartengono al linguaggio colloquiale, ottimo per l'italiano orale, ma non adatto allo stile richiesto da questo tipo di testi. In molti casi ho evidenziato la frase e ti ho suggerito alcune alternative più formali, in modo da migliorare lo stile di scrittura.

Altri errori

Ti consiglio di rivedere alcune strutture utilizzate nel testo (le troverai evidenziate), poiché risultavano poco fluide, incomplete o non abbastanza precise. In alcuni casi basta soltanto specificare il soggetto, collegare bene i pronomi, spiegare meglio l'argomento o il riferimento che scegli di inserire o cambiare l'ordine delle parole all'interno della frase. Ti consiglio infine di scrivere periodi meno lunghi, in modo da non perdere il controllo del pensiero; prediligi quando possibile l'uso dei sinonimi per variare ed evitare le ripetizioni, che potrebbero appesantire il testo. Troverai tutti i miei suggerimenti nei commenti della tesi.

Spero che i miei commenti possano esserti utili per continuare il tuo lavoro.

Tanti auguri per la tesi e per qualsiasi percorso ti aspetti!

Buona fortuna e divertiti ad accettare le varie modifiche!

Saluti,

Alessia

Esempio di tesi corretta

example-proofreading-nl-screen

Scarica l'esempio in formato .docx

Maggiori informazioni